Attività per tutti!

Finale Ligure e i suoi paesini limitrofi uniscono diverse caratteristiche speciali: sono città di mare in cui la storia ha lasciato moltissime testimonianze artistiche e culturali che, dalla preistoria passando per il medioevo, sono arrivate sino ai nostri giorni.

L'ambiente, unito al clima prevalentemente mite tutto l’anno, rendono la zona una delle più belle perle della Riviera, il luogo ideale dove immergersi in un paradiso di arte, cultura, sport e natura.

La collocazione sulla costa del Mar Ligure (Golfo delle Balene) ma anche ai piedi dei monti, crea un territorio unico di cui è stato detto la montagna al mare, il mare in montagna.

A 7 MINUTI DA NOI: FINALE LIGURE, TRA LA NATURA E LA STORIA
Finalborgo è entrato da qualche anno nel novero dei “Borghi più belli d’Italia”. Stretti nell’abbraccio delle mura quattrocentesche, i suoi palazzi, le sue chiese, i rinascimentali Chiostri di Santa Caterina lo rendono uno dei centri storici meglio conservati del savonese. Lo dominano dall’alto Castel San Giovanni e i resti di Castel Gavone, con l’imponente torre dei Diamanti. Tra i gioielli di Finalborgo scopriremo: la tovaglia eucaristica a trompe-l’oeil in marmo conservata in S. Biagio e il Teatro Aycardi (1806), un’autentica “bomboniera” con tre ordini di palchi quasi in miniatura. A 10 MINUTI DA NOI: BORGIO VEREZZI E LE GROTTE DI VALDEMINO

Giochi d'acqua e calcare hanno creato un labirinto sotterraneo; le grotte di Borgio vantano di essere le più colorate d'Italia: bianco, giallo, rosso, in mille diverse sfumature, si specchiano nelle acque dei numerosi laghetti interni. Usciti dalle grotte, il sentiero natura ci conduce attraverso la macchia mediterranea alla frazione di Verezzi sulla collina, recentemente accolta nel novero dei " Borghi piú belli d'Italia", nonché sede di un rinomato festival teatrale.  A 18 MINUTI DA NOI: NOLI
Ricordata da Dante nel IV canto del Purgatorio (“Vassi in San Leo e discendesi in Noli…”) come luogo aspro e di non facile accesso, Noli era, ancora fino all’Ottocento, raggiungibile solo in barca o scendendo per ripidi sentieri. Dall’alto del Monte Ursino svettano le grandiose rovine del Castello. Il centro storico, caratterizzato dalle torri comunali, conserva, in alcuni quartieri, quasi intatto il suo antico volto. Sulla spiaggia, tra reti e barche, i pescatori di Noli serbano i segreti del loro lavoro e della vita del mare. Curiosità e tradizioni: I guai combinati ai pescatori nolesi dalle murene e … dagli squali! - Antichi curiosi metodi della pesca dei polpi… U mâ u l’a u numme cun le”: le insidie della vita del mare raccontate dai modellini marinari (ex-voto) appesi alle volte dell’Oratorio di sant’Anna. I camalli e le processioni dei cristezanti. A 13 MINUTI DA NOI: VARIGOTTI… UN COVO DI SARACENI?

Tra le suggestive case dei pescatori affacciate sulla spiaggia inizia un sentiero che, salendo tra le “fasce” e la macchia mediterranea, raggiunge l’antica e silenziosa chiesa di S. Lorenzo. Alta su uno sperone roccioso a dominio della baia dei Saraceni, San Lorenzo ricorda la lirica “Sere di Liguria”, dove Vincenzo Cardarelli paragona le nostre chiese a “navi che stanno per salpare”. Tutto attorno, uno strapiombo vertiginoso di candide rocce, che si tingono di rosa alla luce del tramonto.
 

Call us now to book
+39 329 071 9486
+39 3484620240
Via Bracciale 26 Finale Ligure Gorra 17024
Follow us

© 2023 by Virginia Rossello

  • White Facebook Icon